CULTURA / FESTIVAL /

L'India invade Firenze

Tra pochi giorni al via River to River Florence Indian Film Festival con 35 pellicole in prima italiana ed europea

Diventa maggiorenne il River to River Florence Indian Film Festival, unico festival in Italia intere, ore 16.00) al cortometraggio animato sui sogni di alcuni monaci buddisti in “Everything is Upstream” di Martin Ponferrada (9 dicembre, ore 11.00). Lunedì 10 dicembre (dalle 16.30) una selezione di corti affronterà rivelazioni sconcertanti, la fuga disperata verso un futuro migliore con le proiezioni di: “Ludo” di Shiladitya Moulik; “A Cold Summer Night” di Yash Sawant; “Forbidden” di Vibha Gulati e Pesum por chithirame di Sabarivasan Shanmugam. Martedì 11 dicembre, a partire dalle 18.00 verrà tracciato un percorso sul cibo come scoperta di sé, come collante sociale e come motore di condivisione con i corti “Forbidden Tikka Masala”, viaggio culinario di Rahul Chaturvedi; Rogan Josh di Sanjeev Vig (alla presenza dell’attrice Avantika Akerkar); Roz Khaao Ande di Neshu Saluja e Last Cup of Tea di Farha Alam.


PROIEZIONI SPECIALI

Tra le proiezioni fuori concorso, “Shiraz”, incantevole e romantico racconto in bianco e nero del 1928 regista Franz Osten sulla costruzione del Taj Mahal, tra costumi sontuosi e paesaggi mozzafiato.. Restaurato dal British Film Institute National Archive, il film è accompagnato dalla colonna sonora di Anoushka Shankar, vincitrice di un Grammy Award (sabato 8 dicembre, ore 11.00).
Al festival una giornata che accosta la passione per la meditazione alla musica dei Beatles con la proiezione di “Meditazione con i Beatles” documentario del giornalista Furio Colombo che sarà presente in sala. Nel 1968, Furio Colombo decise di affiancare e filmare i Beatles durante il loro viaggio verso Rishikesh, alle pendici dell'Himalaya, per meditare sotto la guida del Maharishi Mahesh Yogy (sabato 8 dicembre, ore 18.00).
Infine, in programma anche i cortometraggi vincitori del concorso Advantage India, “Dayalu” di Priyanka Banerjee (che sarà presente in sala) e “Surprise” di Katyayan Shivpuri (martedì 11, ore 16.30). Il festival dedica inoltre un’intera giornata alla forza delle donne, alle loro passioni, energia e coraggio lunedì 10 dicembre, in collaborazione con il Comune di Firenze e il Festival dei Diritti. Si parte alle 15.30 con "Bisht, Please" seguito da quattro dei cortometraggi in concorso, e da un Q&A con la regista Vibha Gulati, per proseguire con il documentario “Purdah” di Jeremy Guy. A chiudere la giornata ci sarà la proiezione di "Chitra (Nude)", toccante lungometraggio di Ravi Jadhav, sull’emancipazione femminile.

CURIOSITÀ E IMMAGINAZIONE: UN DIALOGO TRA CULTURE
La matinée di domenica 11 sarà dedicata a un dialogo tra le culture. Subito dopo la proiezione del cortometraggio “Everything is Upstream” di Martin Ponferrada, ci sarà un talk in cui interverranno Svamini Shuddhananda Ghiri, monaca Indù e Anna Maria Shinnyo Marradi, monaca e maestro Zen in un dialogo aperto al pubblico.

INDIA A TAVOLA
Tra le novità di quest’anno, per alcune proiezioni ci sarà la possibilità di assaggiare delle specialità del cibo indiano in una speciale “food-box” che si potrà portare in sala. Inoltre, lunedì 10 e martedì 11 dicembre, dalle 19.00 alle 22.00, per tutti gli appassionati di cucina il River to River in collaborazione con l’Istituto Cescot (Piazza Pier Vettori 8/10 a Firenze) organizza un corso di cucina indiana. Costo: 25 euro. Per informazioni: 055 2705306 - g.beni@cescot.fi.it.

EVENTI COLLATERALI
Tra gli eventi collaterali, la mostra “Like sugar in milk” del fotografo italo-albanese Majlend Bramo presso la Fondazione Studio Marangoni (inaugurazione 6 dicembre ore 18.00 in via San Zanobi, 19r), una documentazione visiva della comunità parsi di Mumbai, dal 2014 al 2018 che racconta la scomparsa della più antica religione monoteista al mondo, i Parsi, ultimi seguaci dello Zoroastrismo, cogliendo i vari aspetti di questa preziosa comunità che oggi vive in India ma che sta rapidamente scomparendo. Il libro omonimo, pubblicato attraverso un crowdfunding in India è stato introdotto dalla direttrice di UNESCO Parzor che si occupa della salvaguardia di questa comunità. Venerdì 7 dicembre, per festeggiare la maggiore età del festival, dalle 23.00 si terrà il River To River 18th Birthday Party con il Pink Panther Bollywood dj set presso Amblè (Piazzetta dei Del Bene, 7/A)....

 Leggi
Per poter leggere questo contenuto devi essere abbonato
Se sei abbonato inserisci username e password per entrare


Se vuoi abbonarti ora clicca qui
Se vuoi conoscerci meglio clicca qui
Con l'abbonamento avrai accesso a tutte le informazioni della nostra redazione. Indirizzi email, telefoni, siti internet, film in preparazione ed in sviluppo, calendari di appuntamenti professionali, notizie ed articoli utili a te che lavori nel Cinema e che fai dell'informazione il motore della tua professione. Un piccolo prezzo per sostenere un grande lavoro per voi.